Parliamo ancora una volta di SEO anzi, di 10 strategie SEO consigliate per avere successo e portare il proprio sito ai primi posti fra i risultati di ricerca. Perché proprio 10? Non c’è un motivo preciso. Abbiamo voluto cercare di riassumere le best practice con chiarezza e semplicità. L’obiettivo è quello di raccogliere consigli utili a tutti per rendere il proprio progetto web davvero competitivo.

Cosa sono le strategie SEO? Definizioni, categorie e informazioni utili

Cosa sono le strategie SEO? Quando usiamo questi due termini facciamo riferimento ad un insieme delle tecniche di ottimizzazione per i motori di ricerca. L’obiettivo è sempre uno e comune a tutti, ovvero quello migliorare il traffico in entrata del proprio sito e raggiugere il posizionamento desiderato sui vari motori di ricerca.

Come otteniamo tutto ciò? Con grandi analisi, precise e puntuali, e un impegno costante su diversi fronti. Bisogna guardare al sito come ad insieme di elementi che hanno una certa rilevanza. Per ciascuno di questi elementi possiamo sviluppare diverse strategie SEO. In che modo?

Prima di tutto dobbiamo distinguere fra:

  • SEO on page, ovvero  l’ottimizzazione di tutti gli elementi di una pagina web come: contenuto, struttura tecnica, ottimizzazione dei meta-dati, mobile responsiveness;
  • Seo off page, ovvero le strategie esterne al proprio sito come ad esempio i link in entrata.

Altra cosa da capire prima di parare di strategie vere e proprie è sicuramente cosa serve alla propria pagina web e quali siano gli obiettivi principali. Si vuole emergere a livello local, si devono ottimizzare le immagini, ci si vuole posizionare per le ricerche vocali o si cerca di scalare la Serp estera?

Sembra banale, ma non lo è. Le strategie cambiano se parliamo di local SEO, oppure di SEO per immagini, ma anche di YouTube SEO o Seo internazionale.

Come dicevamo,  prima di passare alle 10 strategie Seo per ottenere successo, bisogna compiere una attenta analisi del proprio sito. In questo ci viene in aiuto Google Analytics. Possiamo controllare l’acquisizione del traffico organico e individuare le pagine più importanti, ma soprattutto dobbiamo analizzare:

  • lo storico visite e performances con Google Analytics;
  • il traffico organico;
  • le pagine più performanti;
  • le pagine più importanti dell’ultimo anno.

Le 10 strategie SEO: i consigli

Come migliorare il posizionamento del proprio sito? Quali strategie SEO mettere in campo? Tante sono le possibilità. Gli occhi devono essere puntati maggiormente sui contenuti, ma non vanno escluse tutte le strategie che concorrono a raggiungere i propri obiettivi.

  1. Fare attenzione ai contenuti: l’aggiornamento costante, anche secondo l’andamento stagionale, i trends del momento e gli argomenti caldi di settore, oltre che gli hot topics, è caldamente consigliato.  I contenuti devono essere scritti bene. Comprensibili a tutti, di facile lettura e soprattutto corretti grammaticalmente. Occorre far attenzione alla punteggiature e alle regole basilari della lingua italiana. Il consiglio è quello di prediligere frasi corte, con: soggetto, verbo e complemento oggetto.
  2. Curare la formattazione del testo, anche l’occhio vuole la sua parte. Un testo scritto tutto attaccato, senza spazi, parole in grassetto, paragrafi e quant’altro appare subito incomprensibile. L’utente apre la pagina e poi scappa via immediatamente. Occorre dare la possibilità di scorrere velocemente il contenuto e capire subito di cosa si parlerà e in quale punto. Le parole in grassetto aiutano a tener l’attenzione degli occhi e a non farli scappare via dal centro della pagina. Gli esperti consigliano infine di inserire nei testi più lunghi articoli puntati o numerati oltre che titoli nei vari paragrafi.
  3. Ottimizzare le immagini. Ogni fotografia inserita sul sito deve essere ‘snella’. Il consiglio è quello di prediligere immagini ad alta qualità, ma che si caricano facilmente e soprattutto rapidamente. Vietate le immagini ad alta risoluzione che rischiano di mandare in tilt il sito e che appesantiscono tutta la struttura.
  4. Cercare parole chiave per aggiornamenti o aggiustamenti. In aiuto vi sono strumenti come: Semrush, Seozoom, Arhefs, Answer The Public e Google Suggest.
  5. Ricercare nuove parole chiave per posizionare altri contenuti e ampliare le possibilità
  6. Migliorare i meta-dati
  7. Controllare la struttura del sito per renderla più snella e comprensibile, ma soprattutto più immediata. Meglio togliere tutto quello che fa parte della sovrastruttura e velocizzare il caricamento di ogni pagina.
  8. Monitorare le performance. Occorre sempre controllare il proprio lavoro per comprendere se si è sulla strada giusta per raggiungere l’obiettivo o se si devono cambiare le strategie.
  9. Utilizzare al meglio i link. Quelli in entrata donano al sito una certa autorevolezza. Quelli interni, invece, permettono al lettore di non abbandonare subito il sito, ma di rimanere lì incollato per leggere altri contenuti correlati ed avere una informazione a tutto tondo.
  10. Non smettere mai di compiere analisi su: parole chiave, risultati ottenuti, target, obiettivi e nuove strategie.

Foto di Tumisu da Pixabay

Published On: Novembre 30th, 2021 / Categories: SEO /

Ricevi le nostre News per email!

Iscriviti alla nostra Newsletter e non perderti gli aggiornamenti di digital marketing.

    Privacy Policy Cookie Policy